RIPOSI GIORNALIERI (CD PER ALLATTAMENTO) DA RICONOSCERSI AL PADRE LAVORATORE DIPENDENTE ANCHE QUANDO LA MADRE E’ CASALINGA

RIPOSI GIORNALIERI (CD PER ALLATTAMENTO) DA RICONOSCERSI AL PADRE LAVORATORE DIPENDENTE ANCHE QUANDO LA MADRE E’ CASALINGA

La regolamentazione ministeriale si adegua ai nuovi criteri tracciati da Consiglio di Stato 4323 del 09 settembre 2008. Circolari ministeriali dell’ottobre e novembre scorsi fanno proprie le tesi espresse dalla giurisprduenza del Consiglio di Stato che ha equiparato nella sostanza la posizione della madre casalinga a quella della lavoratrice non dipendente ai fini della applicazione...

Leggi di più

INCOMPATIBILE CON LA LIBERTA’ DI CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI LA RITENUTA ALLA FONTE SUGLI IMPORTI DISTRIBUITI A SOCIETA’ COMUNITARIE

INCOMPATIBILE CON LA LIBERTA’ DI CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI LA RITENUTA ALLA FONTE SUGLI IMPORTI DISTRIBUITI A SOCIETA’ COMUNITARIE

La Corte di Giustizia UE ha condannato l’Italia (causa C-540/07) in ordine al trattamento fiscale dei dividendi esteri. Il giudice europeo ha infatti affermato che sussiste incompatibilità fra la ritenuta alla fonte sui dividendi distribuiti da società italiane a società comunitarie ed il principio di libera circolazione dei capitali, in quanto si configura una ingiustificata...

Leggi di più

CHI SUBISCE UN ILLEGITTIMO CONTROLLO FISCALE HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO

CHI SUBISCE UN ILLEGITTIMO CONTROLLO FISCALE HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO

Nel caso in esame si trattava di una società fiorentina che aveva subito un’iscrizione ipotecaria richiesta dall’amministrazione finanziaria a garanzia di un tributo iscritto provvisioriamente a ruolo. Con sentenza passata in giudicato era poi stato accertato che le pretese dell’Ufficio erano infondate e quindi la società aveva chiesto il risarcimento del danno al giudice ordinario....

Leggi di più

A SEGUITO DI ERRORE GIUDIZIARIO SONO PREVISTI INDENNIZZI PIU’ ELEVATI

A SEGUITO DI ERRORE GIUDIZIARIO SONO PREVISTI INDENNIZZI PIU’ ELEVATI

La Cassazione si è pronunciata in merito all’indennizzo da liquidare per l’ingiusta detenzione. Qualora il soggetto a cui spetta l’indennizzo a seguito dell’ingiusta detenzione sia un imprenditore allo stesso devono essere riconosciuti  nell’importo da liquidare i danni patrimoniali e non subiti in qualità di vertice aziendale. La Corte di Cassazione con la sentenza n. 43978 del...

Leggi di più

IL CONSIGLIO DI STATO HA RICONOSCIUTO COME “DANNO CURRICULARE” LA LESIONE DI IMMAGINE DI UNA IMPRESA CHE NON ABBIA CONSEGUITO UN APPALTO IN CONSEGUENZA DI UNA VICENDA DI AGGIUDICAZIONE FALSATA DAL COMPORTAMENTO DELL’APPALTANTE

IL CONSIGLIO DI STATO HA RICONOSCIUTO COME “DANNO CURRICULARE” LA LESIONE DI IMMAGINE DI UNA IMPRESA CHE NON ABBIA CONSEGUITO UN APPALTO IN CONSEGUENZA DI UNA VICENDA DI AGGIUDICAZIONE FALSATA DAL COMPORTAMENTO DELL’APPALTANTE

Il Consiglio di Stato con la sentenza 2751/08 ha riconosciuto la possibilità di liquidare un danno da immagine alla impresa che abbia partecipato ad un appalto e no se lo sia aggiudicato a seguito di un comportamento illegittimo della stazione appaltante Il Consiglio di Stato con la decisione indicata in epigrafe ha riconosciuto come l’interesse...

Leggi di più