IRAP ANCHE I PROFESSIONISTI CON ELEVATO REDDITO E ANZIANITA’ DI ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE POSSONO ANDARNE ESENTI

IRAP ANCHE I PROFESSIONISTI CON ELEVATO REDDITO E ANZIANITA’ DI ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE POSSONO ANDARNE ESENTI

La corte di Cassazione con sentenza 10 settembre 2009 n. 19515 è nuovamente intervenuta sui criteri organizzativi della professione ai fini della applicazione dell’IRAP sancendo che l’elevato reddito, la specializzazione professionale e l’età del contribuente di per sè non sono elementi presuntivi della autonomia organizzativa della attività di cui alla normativa sull’IRAP Con la recente...

Leggi di più

LA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI VICENZA RICONOSCE IL DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DELLA TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA

LA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI VICENZA RICONOSCE IL DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DELLA TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA

La commissione tributaria provinciale di Vicenza riconosce il diritto alla restituzione della tassa di concessione governativa pagata sulle utenze dei telefoni cellulari. Con due innovative sentenze, la n. 100/10/09 e la n. 102/10/09, la Commissione Tributaria di Vicenza ha stabilito che alcuni comuni veneti, i cui sindaci avevano promosso il ricorso, avevano diritto al rimborso...

Leggi di più

IL MINISTERO DELLA DIFESA RESPONSABILE PER NON AVER TUTELATO ABBASTANZA I SUOI DIPENDENTI

IL MINISTERO DELLA DIFESA RESPONSABILE PER NON AVER TUTELATO ABBASTANZA I SUOI DIPENDENTI

E’ configurabile in capo al ministero della Difesa una responsabilità ex articolo 2043 c.c. per non aver tutelato abbastanza i suoi dipendenti. Esiste un nesso eziologico fra la missione in Kosovo e il linfoma di Hodgkin diagnosticato al militare, da mettere in relazione all’uranio impoverito contenuto nelle munizioni utilizzate sul teatro delle operazioni. È quanto...

Leggi di più

LA CORTE DI STRASBURGO CONDANNA L’ITALIA A RISARCIRE COLORO CHE HANNO CONTRATTO INFEZIONI A CAUSA DI TRASFUSIONI DI SANGUE INFETTO.

LA CORTE DI STRASBURGO CONDANNA L’ITALIA A RISARCIRE COLORO CHE HANNO CONTRATTO INFEZIONI A CAUSA DI TRASFUSIONI DI SANGUE INFETTO.

La vicenda riguarda cittadini italiani che, a seguito di trasfusioni di sangue infetto, avevano contratto malattie gravissime quali AIDS ed epatite C. La pronuncia in commento è assolutamente innovativa, in quanto mai fino ad oggi l’Italia era stata condannata per questioni inerenti il sangue infetto. Con la sentenza in commento l’Italia è stata condannata dalla...

Leggi di più