L’EQUA RIPARAZIONE PER IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO SPETTA ANCHE A CHI HA PERSO LA CAUSA

L’EQUA RIPARAZIONE PER IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO SPETTA ANCHE A CHI HA PERSO LA CAUSA

La Corte di Appello di Bari, con Decreto n. 1980 del 16 luglio 2013, ha accolto l’opposizione, proposta avverso un decreto del giudice monocratico, che aveva escluso il c.d. indennizzo “Pinto” a favore del ricorrente poiché soccombente nel giudizio di cui contestava la eccessiva durata. Ad avviso del Collegio non sarebbe corretta l’interpretazione fornita dell’art....

Leggi di più

L’OBBLIGO DI BONIFICA RICADE SULLA P.A.

L’OBBLIGO DI BONIFICA RICADE SULLA P.A.

Se il responsabile della contaminazione ambientale non e’ individuabile l’obbligo di bonifica ricade sulla P.A. L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con l’Ordinanza n.21 del 25 settembre 2013 ha stabilito che grava sulla Pubblica Amministrazione bonificare i siti contaminati qualora il responsabile non sia individuabile o in grado di intervenire. Tale decisione si inserisce all’interno...

Leggi di più

ITALIA CENSURATA DALLA UE SUL MANCATO RISARCIMENTO ALLE VITTIME DI REATI VIOLENTI

ITALIA CENSURATA DALLA UE SUL MANCATO RISARCIMENTO ALLE VITTIME DI REATI VIOLENTI

Il 17 ottobre scorso la Commissione Ue ha inviato ha inviato un parere motivato all’Italia per la mancata attuazione della direttiva Ue sul risarcimento delle vittime di reati violenti. Si tratta del secondo passaggio previsto per le procedure d’infrazione, dopo il quale scatta il deferimento alla Corte di Giustizia europea. Viene contestata all’Italia la mancata...

Leggi di più

DANNI NON PATRIMONIALI: LA CASSAZIONE RICONOSCE AUTONOME FORME DI RISARCIMENTO

DANNI NON PATRIMONIALI: LA CASSAZIONE RICONOSCE AUTONOME FORME DI RISARCIMENTO

La Corte di Cassazione con sentenza n. 22585 del 3 ottobre 2013 torna a riconoscere l’autonomia del danno esistenziale, morale e biologico. La suddetta sentenza si inserisce in un dibattito dottrinale e giurisprudenziale mai sopito ma che aveva conosciuto un punto di arresto importante con le Sezioni Unite (n. 26972 e 26975) del 2008 le...

Leggi di più

TRENI IN RITARDO: RIMBORSO DOVUTO ANCHE PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE

TRENI IN RITARDO: RIMBORSO DOVUTO ANCHE PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE

La Corte di Giustizia Europea con sentenza n. 509/11 del 26 settembre 2013 ha stabilito che l’indennizzo – pari al 25% del prezzo del biglietto per un ritardo compreso tra 60 e 119 minuti e al 50% di tale prezzo nel caso di ritardo di 120 minuti o superiore – è dovuto dall’impresa ferroviaria al...

Leggi di più