NESSUNA RIPARAZIONE PER INGIUSTA DETENZIONE SE C’E’ LA COLPA DELL’IMPUTATO

La recentissima sentenza n. 40555/2021 depositata il 24 novembre 2021 dalla Corte di Cassazione chiarisce che la condotta colposa osta al riconoscimento dell’indennizzo quando induce l’autorità giudiziaria a ritenere erroneamente sussistenti gravi indizi di reità con riguardo al reato che ha fondato il titolo custodiale. Il caso riguardava un soggetto in custodia cautelare per reati...

Leggi di più

25 Novembre 2021News

CEDU: PUBBLICATA LA DECISIONE RELATIVA AI RICORSI PINTO DEPOSITATI DALLO STUDIO FRISANI!

  Abbiamo il piacere il condividere con Voi la decisione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo – prima sezione – del 21 ottobre 2021, pubblicata in data 18 novembre 2021, in merito ai ricorsi depositati dal nostro Studio. Le doglianze da noi proposte ai sensi dell’articolo 6 § 1 della Convenzione e dell’articolo 1 del...

Leggi di più

19 Novembre 2021News

ITALIA CONDANNATA AL RISARCIMENTO DEL DANNO MORALE DALLA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO PER ECCESSIVO FORMALISMO DELLA CASSAZIONE

Con sentenza del 28 ottobre 2021 la CEDU ha condannato lo Stato italiano a risarcire il danno morale ad un imprenditore perché La Corte di Cassazione aveva dichiarato inammissibile il ricorso per mancanza di alcuni requisiti di forma. Secondo la Corte di Strasburgo si tratta di un formalismo eccessivo che ha di fatto negato al...

Leggi di più

10 Novembre 2021News

VIOLATO L’ART. 3 CEDU PER I SOGGETTI SOCIALMENTE PERICOLOSI DETENUTI IN CARCERE

L’Italia ha, con una dichiarazione unilaterale alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, ammesso di aver violato l’art. 3 CEDU per avere detenuto in carcere e non presso le Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza un soggetto socialmente pericoloso in quanto affetto da disturbo psichiatrico. La fattispecie riguardava  un trentanovenne schizofrenico che aveva preso a...

Leggi di più

8 Novembre 2021News

AMIANTO A BORDO DELLE NAVI DELLA MARINA MILITARE DI LA SPEZIA: LA CORTE D’APPELLO DI GENOVA CONFERMA LA CONDANNA DEL MINISTERO DELLA DIFESA A RISARCIRE I FAMILIARI DI UN LAVORATORE DECEDUTO A CAUSA DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO

A seguito di appello proposto dal Ministero della Difesa avverso la sentenza emessa in I grado dal Tribunale di Genova in favore del coniuge e dei due figli (ve ne abbiamo parlato qui), la Corte d’Appello di Genova conferma la condanna prevista in I grado per la complessiva somma di € 670.000 oltre interessi, in...

Leggi di più

4 Novembre 2021News