Etenernit bis: condanna a 4 anni per Stephan Schmidheiny.

Processo Eternit Bis: in uno dei quattro filoni del processo per le responsabilità dei morti da amianto l’ imprenditore Stephan Schmidheiny è stato condannato a quattro anni per omicidio colposo. Il pubblico ministero Gianfranco Colace afferma è “il ritorno a una giurisprudenza più attenta alle vittime”. Di seguito l’ articolo pubblicato dal Fattoquotidiano.it https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/23/eternit-bis-stephan-schmidheiny-condannato-a-4-anni-per-omicidio-colposo/5201494/

Leggi di più

Amianto: Palermo, salvi gli ex vertici Fincantieri. La prescrizione gioca contro i lavoratori ammalati: ECCO PERCHE’ INSISTIAMO DA SEMPRE NEL PROCEDERE CON L’ AZIONE CIVILE

Nessuna giustizia per  i nove lavoratori Fincantieri ammalati di asbestosi. Come tristemente troppe volte accade contro la giustizia spettante ai lavoratori gioca la prescrizione ( ed una giustizia lenta): ci sono voluti  – infatti – dieci anni per chiudere il primo grado di questo processo che salva gli ex dirigenti di Fincantieri Palermo dal rispondere...

Leggi di più

TRIBUNALE DI LECCE: RISARCIMENTO A FAVORE DEI FAMILIARI DI UN LAVORATORE DELL’ARSENALE DELLA MARINA MILITARE DI TARANTO DECEDUTO A CAUSA DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO

Il Ministero della Difesa è stato condannato a pagare a titolo di risarcimento del danno “iure proprio” la somma complessiva di oltre € 500.000,00 circa a favore dei congiunti di una vittima dell’amianto Con l‘ordinanza  pubblicata il 23 luglio scorso il Tribunale di Lecce ha condannato il Ministero della Difesa a risarcire i familiari di...

Leggi di più

Morire di amianto: i CTU di due importanti Tribunali confermano il nesso di causalità tra il decesso del lavoratore per mesotelioma pleurico e l’esposizione all’amianto

Vogliamo mettervi a conoscenza di due importanti traguardi raggiunti dallo Studio Legale Frisani e da Gestione Crediti Pubblici nell’ambito di alcuni contenziosi in corso presso il Tribunale di Firenze ed il Tribunale di Roma. In entrambi i casi si tratta del ben noto ed angoscioso problema delle morti dei lavoratori esposti ad amianto nel corso...

Leggi di più

LA PREGRESSA ABITUDINE TABAGICA NON SOLO NON INFICIA IL RUOLO ETIOLOGICO DELL’ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO, MA ANZI NE AVVALORA IL RUOLO CAUSALE: TRIBUNALE DI ROMA, SEZ. LAV., SENT. N. 2906/2018

La questione trae origine dall’azione proposta dalla vedova di un lavoratore fumatore deceduto a causa di carcinoma polmonare in conseguenza di esposizione ad amianto. La ricorrente adiva il Giudice del Lavoro di Roma chiedendo l’accertamento dell’esposizione del de cuius alle polveri di amianto durante lo svolgimento della propria attività lavorativa e della responsabilità del datore...

Leggi di più

DANNI DA ESPOSIZIONE AD AMIANTO. LA CORTE DI APPELLO DI TORINO ASSOLVE I DIRIGENTI OLIVETTI DAI REATI CONTESTATI: ECCO PERCHÉ LA SCELTA DEL GIUDIZIO CIVILE È PIÙ VANTAGGIOSA

Corte di Appello di Torino, 18.04.2018. Vengono assolti dai reati di omicidio colposo e lesioni perché “il fatto non sussiste” gli imputati condannati in primo grado per i casi di malattia asbesto correlata e decesso degli (ex) lavoratori dell’Olivetti di Ivrea. Siamo ancora in attesa della pubblicazione delle motivazioni della sentenza ma  sono sempre di...

Leggi di più

LA SOFFERENZA DEL LAVORATORE DALLA DIAGNOSI DELLA MALATTIA ASBESTO CORRELATA SINO AL DECESSO LEGITTIMA IL RICONOSCIMENTO (AGLI EREDI) DEL DANNO NON PATRIMONIALE OLTRE LE TABELLE DI MILANO

La questione trae origine dall’azione proposta dagli eredi di un lavoratore deceduto per mesotelioma pleurico in conseguenza di esposizione ad amianto. Veniva riconosciuto in primo grado agli eredi il risarcimento del danno biologico e morale iure hereditatis sofferto dal loro dante causa. Accertata l’eziopatologia professionale del mesotelioma pleurico ed il nesso causale, il giudice condannava...

Leggi di più

CONSIGLIO DI STATO AD. PLEN. N. 1/2018 DEL 23.02.2018. COMPENSATIO LUCRI CUM DAMNO: L’ANNOSA QUESTIONE DEL CUMULO TRA RISARCIMENTO DEL DANNO ED EMOLUMENTI DI CARATTERE INDENNITARIO. EXCURSUS STORICO ED ANALISI DELLA PRONUNCIA DELL’ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO NELL’ATTESA DELLE SEZIONI UNITE DELLA CORTE DI CASSAZIONE.

La cd. compensatio lucri cum damno è un principio di origine dottrinale e giurisprudenziale che trova il suo fondamento nell’art. 1223 c.c.. Il risarcimento del danno deve essere integrale, ma in base a tale norma dal risarcimento del danno devono essere detratte le somme già percepite dal danneggiato come conseguenza immediata e diretta dell’illecito stesso. Il...

Leggi di più

CONTINUANO LE CONDANNE PER AMIANTO: LA RESPONSABILITÀ DEI DIRIGENTI DELLA CENTRALE ENEL DI CHIVASSO

Inizia il nuovo anno con un’altra condanna per morti da amianto. La sentenza n. 4560/2018 della Corte di Cassazione, III sezione penale, rigetta i ricorsi proposti dai dirigenti Enel confermando le ormai consolidate decisioni di merito e di legittimità in materia. Viene ribadito il definitivo superamento della teoria della cd. trigger dose e la conseguente adesione...

Leggi di più

16 Febbraio 2018News

PRESCRIZIONE DEI REATI CONSEGUENTI AD ESPOSIZIONE AD AMIANTO: IL PARACADUTE DELL ’AZIONE CIVILE

Riportiamo le riflessioni scritte dall’ Avv. Pietro L. Frisani per la conferenza stampa informativa dei 10 anni dell’ Associazione Eara di Trieste, da sempre impegnata nella battaglia contro l’ amianto di Pietro L. Frisani – La chiusura delle decine di processi penali da eternit partendo ad esempio da “marina militare Padova” passando per l ‘Ilva...

Leggi di più

17 Gennaio 2018News