CEDU: PUBBLICATA LA DECISIONE RELATIVA AI RICORSI PINTO DEPOSITATI DALLO STUDIO FRISANI!

 

Abbiamo il piacere il condividere con Voi la decisione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo – prima sezione – del 21 ottobre 2021, pubblicata in data 18 novembre 2021, in merito ai ricorsi depositati dal nostro Studio.

Le doglianze da noi proposte ai sensi dell’articolo 6 § 1 della Convenzione e dell’articolo 1 del Protocollo n. 1 (mancata esecuzione o tardiva esecuzione delle decisioni dei tribunali nazionali) sono state comunicate al Governo Italiano.

Il Governo ha riconosciuto la mancata e/o tardiva esecuzione delle decisioni dei tribunali nazionali ed ha formulato una proposta transattiva consistente nel pagamento, in favore di ciascun ricorrente, della somma di € 200,00 a titolo di risarcimento del danno morale entro tre mesi dalla data di notifica della decisione. Il Governo si impegna inoltre a garantire l’esecuzione delle decisioni dei tribunali nazionali entro lo stesso termine.

Il pagamento e, se del caso, l’esecuzione delle decisioni in questione costituiranno la soluzione definitiva delle controversie.

La Corte ha, dunque, preso atto dell’accordo raggiunto tra le parti ed ha ritenuto che questo accordo si basi sul rispetto dei diritti umani garantiti dalla Convenzione e dai suoi Protocolli.

E’ del tutto evidente come l’azione da noi proposta, pienamente fondata, abbia spiegato i suoi effetti, in quanto proprio grazie ai ricorsi di cui si tratta il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta provvedendo al pagamento delle somme dovute per gli originari ricorsi ex lege Pinto nei confronti dei nostri ricorrenti.

Pur avendo constatato nuovamente che l’unico modo per “obbligare” lo Stato Italiano ad adempiere ai suoi obblighi ed a costringerlo ad introdurre meccanismi di accelerazione di tutti i procedimenti è rivolgersi alla Cedu, quale organo sovranazionale, siamo contenti del risultato raggiunto insieme!

Avv. Elisa Ferrarello

Studio Legale Frisani