COSTA CARA L’ECCESSIVA DURATA DEI PROCESSI

Scatta il diritto di rivalsa nei confronti degli enti locali se lo Stato è condannato.

La Corte Europea ha comunicato al Governo l’elevato numero dei ricorsi depositati a causa dei ritardi nella corresponsione delle indennità decise dalle Corti d’Appello in base alla legge Pinto per tale motivo lo Stato italiano sollecita l’adozione di misure legislative per accelerare i processi attraverso l’utilizzo più diffuso dei regolamenti amichevoli con la parte lesa e l’applicazione delle azioni di rivalsa nei confronti delle amministrazioni locali.

In pratica lo Stato che subisce oneri finanziari a seguito di condanne da parte della Corte di Strasburgo per un comportamento di enti locali o altri soggetti responsabili delle violazioni potrà agire contro questa amministrazioni per ottenere la restituzione delle somme liquidate, la soluzione rappresenta un modo per spingere le amministrazioni locali a rispettare la Convenzione Europea in primo luogo nei casi di espropriazione.