Il Tribunale di Milano dice no al meccanismo della “temporizzazione” e condanna il MIUR al riconoscimento integrale dell’anzianità maturata dall’insegnante nei passaggi di ruolo

All’insegnate ingiustamente retrocesso spetta la corretta ricostruzione della carriera e la corresponsione di differenze retributive per oltre 36000 euro  Siamo lieti di condividere un altro successo targato Studio Legale Frisani La sentenza , pubblicata il 5 luglio 2018, reca la firma del Giudice Moglia, del Tribunale di Milano, la quale ha integralmente accolto la domanda...

Leggi di più

GRAZIE ANCHE ALL’APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DELLA CEDU, LA DICHIARAZIONE DI INAMMISSIBILITÀ DI UN’IMPUGNAZIONE NON PUÒ ESSERE DETTATA DA MOTIVI MERAMENTE FORMALI

La sentenza della Suprema Corte n. 17036/2018 affronta, sebbene in un obiter dictum, la questione relativa al contenuto del ricorso per Cassazione, e risolve un nascente contrasto giurisprudenziale applicando e facendo propri i principi della Corte EDU. In particolare, la questione sulla quale la Suprema Corte si è pronunciata riguarda il contenuto del ricorso per...

Leggi di più

Morire di amianto: i CTU di due importanti Tribunali confermano il nesso di causalità tra il decesso del lavoratore per mesotelioma pleurico e l’esposizione all’amianto

Vogliamo mettervi a conoscenza di due importanti traguardi raggiunti dallo Studio Legale Frisani e da Gestione Crediti Pubblici nell’ambito di alcuni contenziosi in corso presso il Tribunale di Firenze ed il Tribunale di Roma. In entrambi i casi si tratta del ben noto ed angoscioso problema delle morti dei lavoratori esposti ad amianto nel corso...

Leggi di più

Studio Legale Frisani e rimborsopensioni.it : il ricorso di 10mila pensionati per la perequazione delle pensioni supera il vaglio della ricevibilità davanti alla CEDU.

Prosegue in senso favorevole l’iter del ricorso presentato dai 10mila ricorrenti di rimborsopensioni.it patrocinati dallo Studio Legale Frisani alla Corte Europea dei Diritti dell’ Uomo contro l’ ingiusta sentenza n.250/2017 della Corte Cost. che aveva riconosciuto la legittimità del “bonus Poletti” come ristoro rispetto al blocco della perequazione voluto dalla Legge Fornero. Un altro passo...

Leggi di più

39°edizione dei Le Fonti Awards®: lo Studio Legale Frisani selezionato come finalista

Siamo orgogliosi di comunicarvi di essere stati selezionati come finalisti della 39°edizione dei Le Fonti Awards, il 21 Giugno 2018 presso Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana a Milano. Da sempre lo Studio Frisani ha posto particolare attenzione al recupero dei crediti dei cittadini i cui diritti siano rimasti lesi da illeciti riconducibili alla Pubblica...

Leggi di più

CGUE: PER IL PAGAMENTO DI UNA COMPENSAZIONE PECUNIARIA IN CASO DI RITARDI DEI VOLI CON COINCIDENZA O DI NEGATO IMBARCO È COMPETENTE IL GIUDICE DEL LUOGO DELLA PARTENZA O DELLA DESTINAZIONE FINALE

La questione trae origine da tre differenti controversie –successivamente riunite dalla CGUE– instaurate nei confronti di alcune compagnie aeree da parte di passeggeri che, avendo acquistato ciascuno con un’unica prenotazione un viaggio aereo in due  tratte di volo dal vettore aereo contrattuale (VAC), si sono trovati a perdere la coincidenza del secondo volo a causa...

Leggi di più

CONFLITTO TRA GIUDICATO INTERNO E SENTENZE DELLA CORTE EDU: LA REVOCAZIONE IN AMBITO PENALE, CIVILE ED AMMINISTRATIVO

La Corte Costituzionale affronta la questione del conflitto tra il giudicato interno e le sentenze della Corte EDU in ambito civilistico dopo aver già statuito sul giudicato penale prima e amministrativo poi arrivando, inconcepibilmente, a soluzioni diverse. Quali sono le motivazioni che hanno portato la Corte Costituzionale a tali decisioni? La vicenda penale riguardava un...

Leggi di più

CORTE COSTITUZIONALE: SI’ AL RICORSO PER L’IRRAGIONVEVOLE DURATA DEL PROCESSO DURANTE LA SUA PENDENZA

Come noto a seguito delle modifiche apportate alla c.d. “Legge Pinto” nel 2012 non era più possibile promuovere un ricorso per l’irragionevole durata del processo durante la pendenza di quest’ultimo. Pertanto il cittadino era costretto non solo a subire le lungaggini processuali che affliggono in maniera cronica il nostro sistema giudiziario ma doveva necessariamente attendere...

Leggi di più

LA PREGRESSA ABITUDINE TABAGICA NON SOLO NON INFICIA IL RUOLO ETIOLOGICO DELL’ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO, MA ANZI NE AVVALORA IL RUOLO CAUSALE: TRIBUNALE DI ROMA, SEZ. LAV., SENT. N. 2906/2018

La questione trae origine dall’azione proposta dalla vedova di un lavoratore fumatore deceduto a causa di carcinoma polmonare in conseguenza di esposizione ad amianto. La ricorrente adiva il Giudice del Lavoro di Roma chiedendo l’accertamento dell’esposizione del de cuius alle polveri di amianto durante lo svolgimento della propria attività lavorativa e della responsabilità del datore...

Leggi di più

DANNI DA ESPOSIZIONE AD AMIANTO. LA CORTE DI APPELLO DI TORINO ASSOLVE I DIRIGENTI OLIVETTI DAI REATI CONTESTATI: ECCO PERCHÉ LA SCELTA DEL GIUDIZIO CIVILE È PIÙ VANTAGGIOSA

Corte di Appello di Torino, 18.04.2018. Vengono assolti dai reati di omicidio colposo e lesioni perché “il fatto non sussiste” gli imputati condannati in primo grado per i casi di malattia asbesto correlata e decesso degli (ex) lavoratori dell’Olivetti di Ivrea. Siamo ancora in attesa della pubblicazione delle motivazioni della sentenza ma  sono sempre di...

Leggi di più